Ringraziamenti

Il Presidente ed il Direttivo di Nuovo Cielo Onlus, ringraziano calorosamente le famiglie che hanno partecipato al corso di formazione del 6/7 ottobre, con l'augurio che sia stato un momento di arricchimento per tutti. In attesa del prossimo incontro, per il quale ci  auguriamo  la  partecipazione di tutti, compresi gli assenti per giusto motivo, alleghiamo le relazioni dei relatori Dr. Paolo Sesti -neuropsichiatra infantile- e D.ssa Asta Dervinyte Bongarzoni - neuropsichiatra infantile.

4 pensieri su “Ringraziamenti

  1. Cara Sara,
    Ti scrivo due righe,dopo qualche giorno dalla splendida manifestazione che hai
    organizzato, per metabolizzare meglio il nugolo di emozioni che mi ha lasciato .Le tue lacrime a fine intervento mi hanno segnato profondamente sono le stesse che sento dentro di me ogni volta che faccio qualcosa per questo progetto.Ti faccio i complimenti per come conduci la tua e dico nostra associazione sono contento dell’efficienza e competenza che mostri, sono orgoglioso , influenzato da letture di un tuo corregionale Zitara, che una volta tanto per fare qualcosa di importante devo prendere la Salerno Reggio Calabria a “scendere”,invece che l’autostrada del Sole a “salire”.Questo ovviamente sara’il problema principale che hai dovuto affrontare , noi meridionali dobbiamo fare il doppio della fatica per affermarci.Quindi le mie emozioni sono state doppie,nel trovare competenza,professionalita’ e sentimenti,valori che rapprasenti degnamente per il mio e tuo Sud.
     Pasquale Alfiero

  2. Gentile dott.ssa Sara Bianco

    La ringraziamo per la calorosa accoglienza che ci ha offerto e siamo certi che possiamo intrapendere con Lei e Nuovo Cielo una serena esperienza di accoglienza dei piccoli bambini Lituani.

    Grazie ancora per il suo impegno e aspettiamo ansiosamente buone nuove.

    Distinti Saluti dalla famiglia Marchetti/Levantesi

  3. Gentile Dottoressa Bianco,
    vorrei aggiungermi ai ringraziamenti per il lavoro dei due giorni di convivialità e di studio che abbiamo trascorso insieme. Dopo questa piccola ma intensa esperienza mi sono ancora più convinta che il percorso di accoglienza temporanea intrapreso, pur con tutte le difficoltà che comporta, sia per me e per la mia famiglia una scelta di vita dalla quale non si può tornare indietro.
    Attraverso, poi, le relazioni degli autorevoli ospiti, ho potuto anche dare una risposta ad una domanda che io stessa, alle volte, mi sono posta: perché lo faccio?
    Oggi, grazie alle parole del Dottor Paolo Sesti (e di Antoine de Saint-Exupéry)posso finalmente dire: “perché ho cominciato a vedere il colore del grano”.

  4. Gentile Dottoressa Bianco,
    vorrei aggiungermi ai ringraziamenti per il lavoro dei due giorni di convivialità e di studio che abbiamo trascorso insieme. All’indomani di questa breve ma intensa esperienza di formazione da lei coordinata mi sono ancora più convinta che il percorso di accoglienza temporanea intrapreso, pur con tutte le difficoltà che comporta, sia per me e per la mia famiglia una scelta di vita dalla quale non si può tornare indietro.
    Attraverso, poi, le relazioni degli autorevoli ospiti, sono forse riuscita a dare una risposta ad una domanda che spesso viene rivolta a chi, come noi, decide di ospitare temporaneamente un bambino di “istituto”: perché lo fai?
    Grazie alla relazione del Dottor Paolo Sesti ora anche io potrò usare le parole di Antoine de Saint-Exupéry e dire, come la volpe al piccolo principe: “Perché ho cominciato a vedere il colore del grano”.
    Donatella Scatena

I commenti sono chiusi.